Perforazione a percussione per pozzi di medi e grandi diametri

Perforazione a Percussione


Il metodo di perforazione a percussione è un sistema di scavo per pozzi di medie e grandi dimensioni. Scopri di più in questa pagina...

Il sistema viene utilizzato per la perforazione di pozzi di medio e grande diametro e per profondità medio basse.
L’azione di scavo è svolta da utensili a percussione di tre principali tipologie:

  • benne, utilizzate in assenza di acqua;
  • sonde o cucchiaie, utilizzate in terreni sciolti o mediamente compatti ed in presenza d’acqua;
  • scalpelli, utilizzati in terreni compatti.


L’utensile deve essere collegato all’argano di lavoro a caduta libera tramite una fune d’acciaio e viene ripetutamente sollevato e fatto cadere sul fondo del pozzo. Dopo un idoneo avanzamento della perforazione e comunque ad intervalli regolari, l’utensile viene estratto dal pozzo per essere svuotato dal materiale scavato.
Se la formazione attraversata è incoerente il foro deve essere stabilizzato introducendo una tubazione di rivestimento provvisoria o di lavoro. L’avanzamento avviene per battitura dall’alto o simultaneamente mediante morsa gira colonna o cilindri idraulici per infissione.
Nel caso l’attrito della tubazione di rivestimento con il terreno raggiunga livelli tali da renderne difficoltosa la manovra e rischioso il successivo recupero, si deve procedere introducendo un rivestimento di diametro inferiore: si ottiene una perforazione di diametro decrescente all’aumentare della profondità, detta a “cannocchiale”.
I rivestimenti utilizzati devono essere a giunto rapido, filettati o saldati.

Profondità ottimali: da 0 a 100 m
Diametri ottimali: da 400 a 1.200 mm

TERRENI
Questa tecnologia può essere utilizzata nella perforazione di tutti i terreni alluvionali sciolti, compresi trovanti e grossi ciottoli; inoltre può essere utilizzata per la perforazione di formazioni coerenti. In queste condizioni tuttavia la velocità d’avanzamento risulta notevolmente ridotta.

Italiano